Featured Post

The Poison Papers

The Environmental Protection Agency’s mission statement reads: “to protect human health and the environment.” Ironically, while the EPA ...

Sunday, August 30, 2015

VOYAGE OF THE DAMNED 2


A 17-year-old migrant was killed during a shootout at sea between Greek port police and human smugglers.
The marine ministry said: “A serious incident occurred off the island of Symi when a yacht carrying 70 migrants from Turkey’s western shores tried to illegally enter [Greek waters].”
Greek port police and officials from the EU border agency Frontex managed to halt and board the boat.
Shots were fired during scuffles between the police and three Turkish suspected people smugglers, the ministry said.
One of the suspected smugglers, who were all arrested, admitted to injuring an officer after grabbing his pistol, the statement added.
The dead migrant was “probably killed by gunfire”, a doctor at Symi health centre was quoted as saying. An investigation into his death has been launched. No details on his origin were given.
The marine minister, Christos Zois, expressed sadness over the youth’s death while praising the police for their “daily struggle in difficult conditions to aid migrants”.
Greece is struggling to cope with the arrival of unprecedented numbers of people seeking refuge in Europe, mostly asylum seekers fleeing wars in the Middle East and Asia.
More than 160,000 migrants have landed on Greece’s shores so far this year.

Teenage migrant killed in shootout between Greek police and smugglers Agence France-Presse 30 August 2015

File photo: Police (LPD)
L' emergenza migranti 'esplode' in tutt'Europa e nel Nordafrica
In Grecia è morto un ragazzino 17enne nel conflitto a fuoco tra una motovedetta e gli scafisti su uno yacht, in Libia una milizia locale ha arrestato tre persone con l'accusa di essere responsabili della strage in mare di giovedì notte, riferisce il Guardian, secondo cui sono "fino a 300" le vittime. Sul fronte del Nord, in Inghilterra è stato rilasciato il camionista italiano arrestato ieri, dopo che nel suo camion frigo erano stati trovati 27 migranti: l'uomo ignorava che fossero a bordo. Ma in Austria, al confine con la Germania, un altro Tir è stato fermato con 26 disperati a bordo tra cui tre bambini in stato di disidratazione.
E intanto si muove l'Onu, che ha convocato un vertice sul problema. "È un bel segno", commenta il presidente della Cei BagnascoLa cronaca aggiunge ogni giorno nuovi metodi utilizzati dai trafficanti di esseri umani: nel sud della Spagna si trasportano migranti e droga sugli acquascooter, visto che le coste distano solo circa 15 miglia. Metodo fantasioso ma molto pericoloso: molto spesso il carico umano non sa nuotare.
DRAMMA IN GRECIA - Un ragazzo di 17 anni è morto in uno scontro a fuoco su uno yacht che trasportava altri 70 migranti. L'imbarcazione è stata fermata davanti all'isola di Simi da una nave dell'operazione Frontex: avrebbe cercato di speronare il vascello dei militari. 

"Durante lo scontro con i trafficanti, sono stati sparati colpi di arma da fuoco", affermano le autorità greche in una nota, precisando che i migranti a bordo erano "circa 70" e che un medico di un centro sanitario a Simi ha informato la guardia costiera che "la morte di un giovane di 17 anni è stata probabilmente causata da colpi di arma da fuoco". Domani sarà eseguita l'autopsia sul corpo del giovane, la cui nazionalità è al momento ignota. Intanto, lo yacht è stato rimorchiato fino a Simi e i trafficanti, cittadini turchi, sono stati arrestati. 
TIR CARICO DI DISPERATI - Dopo il Tir della morte, scoperto con 71 corpi senza vita a bordo, e il Tir con 27 migranti trasportati, a sua insaputa, dal camionista italiano, nel pomeriggio di ieri è stato trovato un altro grosso camion carico di disperati:  26 migranti a bordo del mezzo, tra cui tre ragazzini in condizioni critiche. Il camion è stato fermato a St. Peter am Hart, vicino al confine con la Germania. I migranti provenivano da Siria, Afghanistan e Bangladesh. Il conducente, un 29enne romeno, è stato arrestato, mentre i bambini con i genitori sono stati portati in ospedale nella vicina città di Braunau. L'ultimo bollettino medico è confortante: i piccoli ricoverati "si stanno riprendendo". Di certo sono stati salvati in extremis: "Non avrebbero resistito molto altro tempo", afferma la polizia austriaca.

Smugglers who drove migrants to their deaths were part of a vast web Griff Witte and Anthony Faiola August 29 2015

ONU E CASA BIANCA  - "E' necessario fare di più" per risolvere la crisi migratoria nel Mediterraneo e in Europa, sottolinea il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, che ha annunciato una riunione sul tema a margine dell'Assemblea generale dell'Onu a fine settembre. Ban si è dichiarato "inorridito e rattristato dalla morte dei rifugiati e dei migranti". 
Anche la Casa Bianca è intervenuta sul tema invitando la Ue a fermare i trafficanti di esseri umaniLa crisi dei migranti in Europa, ha sottolineato il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, dimostra che la situazione di caos in Medio Oriente ha un impatto anche al di fuori della regione. Pure il New York Times bacchetta l'Europa, accusandola di "aver fallito" e di "aver lasciato sole Italia e Grecia".
SCAFISTI IN MANETTE - In Libia tre persone sono state arrestate a Zuwara da una milizia locale, con l'accusa di essere responsabili della strage in mare di giovedì notte. La milizia ha diffuso le foto dei tre con in mano le immagini dei cadaveri dei bimbi trovati sulle spiagge.
NUOVI SBARCHI - Intanto stamane a Messina sono sbarcati al molo Marconi del porto di Messina altri 683 migranti che si trovavano sulla nave Diciotti della Capitaneria e sono stati soccorsi mentre erano in viaggio nel Canale di Sicilia su due barconi. A bordo ci sarebbero anche i cadaveri di due profughi. Non sono ancora note le cause della morte. Sempre in mattinata è giunta al molo San Cataldo a Taranto la nave "Phoenix" di Medici Senza Frontiere che ha portato così in salvo 415 migranti recuperati in mare. Tra loro ci sono anche 39 donne e 37 minori. 
Nel pomeriggio la nave inglese Protector, inquadrata nel dispositivo Triton, ha tratto in salvo, a 45 miglia dalle coste della Libia, 142 migranti - tra i quali 22 donne (una incinta) e 22 bambini - che erano a bordo di un gommone diretto verso l'Italia. 
IL TRAFFICO SU MOTO D'ACQUA - Almeno quindici persone sono state arrestate in Spagna per aver introdotto illegalmente dal Marocco clandestini che trasportavano a bordo di moto d'acqua attraverso lo stretto di Gibilterra, "con grave rischio" per la vita soprattutto dei passeggeri, i quali spesso "non sanno nuotare".
In un comunicato la Guardia Civil precisa che nelle ultime 72 ore sono stati sei gli arresti effettuati soltanto nei pressi di Tarifa, cittadina andalusa situata in un punto nel quale il braccio di mare che separa l'Europa dall'Africa è largo meno di 15 miglia nautiche.
BAGNASCO - "È veramente un bel segno. Finalmente. Un po' tardivo ma lo accogliamo con tanta speranza perché il fenomeno sarà prolungato", dice il presidente della Cei cardinale Angelo Bagnasco commentando l'iniziativa di Ban Ki Moon. "È come se il Sud del mondo si fosse risvegliato improvvisamente e avesse cominciato a muoversi verso il nord del benessere, l'Occidente", ha aggiunto Bagnasco. L'immigrazione, ha proseguito, "è un fenomeno inarrestabile e umanitario perché la gente fugge disperata e nella disperazione cerca qualche ancora di speranza".
GENTILONI - I migranti trovati morti nel cassone di un tir in Austria "pesano sulle nostre coscienze, come le vittime delle rotte mediterranee - dice Gentiloni. Nelle ore in cui si scopriva la tragedia ero a Vienna, per un vertice di Europa e Balcani". "Fino a poco tempo fa - aggiunge - c'era l'idea che fosse solo un'emergenza italiana e greca, nelle ultime settimane si è diffusa la consapevolezza che il problema investe l'Europa intera". 
RILASCIATO CAMIONISTA ITALIANO E' stato rilasciato perché giudicato totalmente estraneo ai fatti l'autista italiano fermato venerdì nel Surrey, in Inghilterra, perché a bordo del suo camion erano nascosti 27 clandestini. L'italiano ha dimostrato che i migranti erano saliti a bordo a sua insaputa. 
Accade di frequente che i migranti salgano di soppiatto sui tir, con l'aiuto di trafficanti di esseri umani, nelle varie stazioni di servizio in cui gli autisti si servono durante i lunghi viaggi. Nel caso dell'autista italiano, 50 anni, fermato sulla M25, l'anello austradale che cinge Londra, era stato proprio lui a fermarsi nell'area di servizio di Cobham perché aveva sentito rumori sospetti a bordo. Il gruppo di clandestini era composto da quattro iracheni (fra i 17 e i 45 anni), nove iraniani (fra i 17 e il 28), due vietnamiti (16 e 26 anni), un quindicenne turco e un siriano 42enne. Quelli che non hanno diritto di restare saranno espulsi dal Regno Unito, ha già preannunciato il ministero dell'Interno britannico.
L'IDENTIFICAZIONE DEI 71 CORPI - Per l'identificazione dei 71 migranti trovati morti giovedì all'interno di un camion parcheggiato in autostrada in Austria la polizia austriaca conta di sfruttare l'esame dei cellulari trovati su alcuni dei corpi, riferisce il portavoce della polizia della provincia di Burgenland, Helmut Marban. Si presume che e vittime provenissero da Siria e forse anche Afghanistan.

Migranti, spari tra motovedetta e trafficanti: morto 17enne in Grecia. Austria, 3 bambini gravi in un tir 29 agosto 2015


Up to 200 Feared Dead After Another Migrant Boat Sinks Off Libyan Coast Joanna Plucinska Aug. 28, 2015

Deaths in Austria, Mediterranean raise migration's grim toll in Europe Laura Smith-Spark, CNN August 27, 2015

Migrant deaths on land and at sea strengthen calls for change in Europe  

L'Unione Europea secondo Banksy: dodici cadaveri, nemmeno una stella Lucio Di Marzo 28/08/2015

Los europeos, '#UErfanos' de Derechos Humanos



Ti piace?

No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...